New

28/07/2016Ognuno ha il suo angelo: la storia di Keudi Dangil

 

Keudi (a destra nella foto) vive a Srinigar, Lamra, in Nepal, ha 55 anni e i suoi problemi di salute iniziano 25 anni fa. Ha solo due figli rispettivamente di 35 e 28 anni ma ha avuto ben quindici parti: qualche figlio è nato-morto, altri sono sopravvissuti solo per qualche mese. Dopo il secondo figlio, comincia ad avvertire movimenti viscerali, avere dolori e perdite di urina.

 

 

Keudi, come il 10% delle donne e delle ragazze nepalesi, soffre di prolasso uterino, ovvero la discesa dell’utero dalla sua posizione naturale alla vagina. Le cause di questa dolorosa e debilitante condizione sono varie: il numero eccessivo di gravidanza, la giovane età delle mamme, un’alimentazione inadeguata, la mancanza di riposo durante e dopo la gravidanza, un travaglio prolungato e difficile e le dure condizioni di lavoro. A peggiorare la situazione, si aggiunge l’ostracismo delle famiglie e delle comunità di appartenenza che spinge le donne a non parlare della loro condizione e a non cercare cure mediche. Due anni fa Keudi incontra Susheela, l’assistente ostetrica che lavora nel nostro programma sanitario, e la sua vita cambia: riesce a parlare delle sue difficoltà e del suo problema e Susheela la inserisce nella lista degli interventi chirurgici supportarti dal nostro programma e dopo poco viene operata all’ospedale di Jumla. Oggi la vita di Keudi è migliorata: continua ad avere dei dolori a causa dei lavori faticosi che è costretta a fare ma sta molto meglio e ha trovato in Susheela un punto di riferimento importante per i suoi problemi di salute e non solo.

 

In Nepal la Fondazione Un Raggio di Luce Onlus porta vanti in cinque municipalità di difficile accesso un complesso programma per migliorare la condizione economica, sociale e sanitaria delle donne e diminuire le difficoltà che quotidianamente affrontano a causa della discriminazione di genere. Il nostro impegno è prenderci cura della salute di centinaia di donne come Keudi e renderle consapevoli dei loro diritti sessuali e riproduttivi.

Keudi incontra Susheela, l’assistente ostetrica che lavora nel nostro programma sanitario in Nepal, e la sua vita cambia...

Share

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  About us

    •  What we do

    •  Iniziatives

    •  Communication

    •  Take action

Soci di: